Feb 06 2011

[Books] Coders at Work – Brad Fitzpatrick

Il libro Coders at Work contiene interessanti interviste a famosi programmatori.

In questo post voglio scrivere qualche commento all’intervista a Brad Fitzpatrick.

Cosa condivido:

  • Io giusto assumo che qualcun altro non capira’ alcune delle invarianti che ho. Cosi’ praticamente mi assicuro di avere un opporunto test.
  • Tipizzazione statica e controlli a tempo di compilazione sono di grande importanza.
  • C++ ha una sintassi terribile e totalmente inconsistente e i messaggi di errore, almeno da GCC sono ridicoli. Puoi ottenre quaranta pagine di errori semplicemente perche’ hai dimenticato un punto e virgola.
  • Conosco persone molto intelligenti che conoscono solo Java. Io penso che e’ realmente importante conoscere l’intero stack anche se tu non operi all’interno dell’intero stack.
  • Un consiglio ai programmatori:
    • Sempre provare a fare qualcosa un po’ piu’ difficile, fuori dal quello che puoi pensare di realizzare.
    • Leggere codice. Non essere spaventato dal farlo. Dopo un po’ inizierai a vedere “pattern” nel codice scritto dagli altri.
  • E’ importantissimo avere un consistente stile di codifica all’interno del team/progetto che sia documentato e rispettato
  • Penso che la “pair programming” sia divertente. E’ ottima per molte cose e forza a non annoiarsi.
  • Non penso che il codice debba essere posseduto. Il codice e’ scritto dal team nella sua interezza e le revisioni di codice sono importantissime per mantenere alta la sua qualita’.
  • Un grande programmatore ad un colloquio si riconosce anche da cose che ha fatto nel tempo libero senza avere obblighi. Questo dimostra passione.
  • Non pensare di conoscere un algoritmo senza averlo mai scritto personalmente. Scrivere un algoritmo ti forza a capire tutti i casi limite e quindi lo imparari veramente
  • Le persone non vogliono scaricare programmi ora che esiste il web.
  • Essere personalmente coinvolti in community permette di crescere e incontrare persone di grande rispetto.
  • Non fidarti ciecamente del codice scritto da terzi o della documentazione. Prima scrivi un test che usa le funzioni che intendi usare per assicurarti che funzionino.
  • E’ importante pensare come uno scienziato. Avere pazienza e provare a capire la casa principale delle cose. Impara a scrivere le cose in modo incrementale cosi che in ogni fase tu possa verificarle.
  • Puo’ essere utile qualche volta scrivere qualcosa in un linguaggio nuovo e con cui non sei a tuo agio in modo da migliorare come programmatore.
  • Ricordati che in un team tutti dipendono da tutti. La collaborazione e’ fondamentale.

Insegnamenti e spunti per il futuro:
Condivito praticamente tutti gli aspetti principali sollevati da Brad.
Anche lui come Jamie Zawinsky riflette sull’importanza di imparare a leggere il codice scritto da altri, qualcosa sui devo assolutamente lavorare.

Sito web del libro:
http://codersatwork.com/

I am a Microsoft MVP and Senior .NET Engineer in Redgate Software. My peers describe me as really enthusiastic, motivated with an infinite passion for software development, a relentless desire to keep learning and an amazing ability to involve others in my pursuit of excellence. I am a proficient C# developer and founder of the Cambridge .NET User Group: the official community on .NET in Cambridge.

Facebook Twitter LinkedIn Google+ YouTube  

Permanent link to this article: https://www.productivecsharp.com/2011/02/books-coders-at-work-brad-fitzpatrick/